Follow by Email

25 giugno 2011

Decalogo di utilizzo Facebook per figli

Qualche giorno fa Margherita Facca alias @margotta ha scritto un divertente decalogo per genitori su Tiragraffi
Il dilemma si è posto tempo fa anche a casa mia e alla richiesta di amicizia di noi genitori le due figlie hanno risposto in modo opposto.
Perciò il "Decalogo di utilizzo Facebook per figli" si divide in due pentaloghi, a seconda della risposta alla fatidica richiesta d'amicizia:


Se decidete di accettare la richiesta:
1. ricordate ai vostri amici di non taggarvi in foto sconvenienti
2. evitate che gli stessi amici / fidanzati si complimentino per le gesta alcooliche o sessuali della sera precedente, né  modificate lo status della relazione ad ogni cambiamento d'umore o flirt
3. non fate check-in sui colli in orario di lezione e magari evitate che lo facciano anche il fidanzato o l'amica del cuore. Per la proprietà transitiva finireste facilmente sotto inchiesta
4. accettate qualche commento salace ai vostri post da parte dei genitori e qualche "mi piace" quando un amico vi prende in giro
5. non scrivete bugie tipo "a cinque anni ero già un'artista": potrebbero emergere imbarazzanti disegni delle elementari 


Se invece decidete di non accettare:
1. ricordate di escludere gli amici degli amici: c'è sempre una vostra amica che è amica anche dei vostri genitori e pubblica un album di foto dal titolo "Fuga" nel quale salutate sorridenti proiettando un'ombra inequivocabilmente mattutina
2. se l'amicizia in comune è vostra sorella ricordate che lascia spesso il pc acceso con l'account collegato, spalancando la porta d'accesso dei fatti vostri ai curiosissimi genitori
3. il vostro rifiuto genera sospetti: i genitori hanno spesso un amico hacker o detective
4. se non vi prende in giro su Facebook il genitore lo farà maggiormente nella vita reale
5. nemmeno voi potrete vedere ciò che scrivono su Facebook i genitori sul vostro conto. E soprattutto non potrete replicare 


Ma in ogni caso ricordate sempre di scollegarvi dal vostro account, anche se vi alzate per un bicchier d'acqua: c'è sempre qualcuno in agguato che vi ruba l'identità per farvi dire cose terribili (tipo che vostro padre è un tipo eccezionale).

1 commento:

cristina ha detto...

ma sei l'amico del giaguaro???!!!!