Follow by Email

13 ottobre 2011

Chi paga il conto?

Al Ristorante Italia, l'allegra tavolata guarda con stizza il cameriere. Ha in mano il piattino con il conto e chiede a chi deve lasciarlo.
Il più lesto (nessuno sa come si chiami) si alza e dice: "Ho la macchina in doppia fila, scusatemi". E se ne va.
Un professionista estrae una banconota da 10 euro e la appoggia sul tavolo. "Ecco la mia parte" E anch'egli fa per andarsene, ma il vicino lo trattiene per un braccio..
Un impiegato guarda tutti gli altri e dice: "Non contate su di me. Non ho soldi".
Il manager interviene: "Ehi ragazzi, non scherzate. Questi hanno tutti i dati della mia carta di credito e va a finire che fanno pagare tutto a me. Organizziamoci per dividere"
Ma nessuno mette mano al portafoglio. Un giovane si alza e comincia a gridare:
"Cosa? Io pagare? Ma se mi sono appena seduto, non ho nemmeno finito di assaggiare l'antipasto e dovrei pagare?"
Gli dà man forte un operaio:
"Ma da dove esce questa storia del pagare il conto? A me hanno solo detto che si andava a cena,  non ho mai contrattato il pagamento del conto. Lo paghino i padroni il conto!"
L'imprenditore si sente chiamato in causa:
"Su un punto ci troviamo d'accordo: da dove esce questa novità che si paga il conto? Io ho lavorato una vita, creato decine di posti di lavoro e ora devo anche pagarvi la cena? Ma io mi compro questa baracca e ci vengo solo con i miei amici, altro che pagare il conto!"
Il cameriere si spazientisce, gira i tacchi e va a chiamare il proprietario del ristorante.
"Che succede? Perché non pagate il conto?"
Una pensionata ed un disoccupato in coro:
"Perché ci hanno detto di venire a cena, non che c'era da pagare il conto!"
"Quindi qualcuno vi ha detto che eravate invitati?"
"Beh, in effetti..." 
L'insegnante con sicurezza:
"Io l'ho sentito dire alla TV!"
Ma il ristoratore non demorde: 
"Lei ha sentito dire che nel mio ristorante non si paga il conto ?!"
"Non proprio, c'era uno che diceva però che la cena è un importante momento di aggregazione, che favorisce l'interscambio democratico delle idee, che è importante per il territorio e poi, sì insomma, che cenare è un diritto costituzionale!"
"Non scherziamo. Siete tutti adulti e vaccinati. Quando andate al supermercato la roba ve la  regalano? Se stavate a casa digiunavate?"
Qualcuno comincia ad alzarsi, con fare minaccioso. Il cameriere va a chiamare la polizia:
"Pronto buonasera, parla il Ristorante Italia. C'è una comitiva di persone che non vuol pagare il conto, potete intervenire?"
Il brigadiere, scocciato e supponente:
"Caro signore, lei crede che qui ci si possa preoccupare di una comitiva che non paga un conto? Qui da noi si pagano più conti che in tutto il resto d'Europa! E poi tra poco ci sarà la conto tax, il suo conto sarà trasformato in un ticket della lotteria, lei potrà giocarlo in ogni ricevitoria e vincere fino a 100 volte l'importo. E ora mi lasci studiare il cablogramma che mi spiega come fare i controlli dei ticket nelle ricevitorie, che è scritto che non si capisce niente. Buonasera".
Il cameriere perplesso ritorna in sala e vede il proprietario circondato da una dozzina di commensali che lo insultano, gli gridano che il suo cibo fa schifo e che il conto deve metterselo....
Approfittando della confusione qualcuno s'infila in dispensa e fa piazza pulita.
Un gruppetto si è seduto ad un tavolo, ha tirato fuori un computer ed inventa complesse formule di ripartizione. Ma la maggioranza dei commensali urla, e qualcuno comincia  a tirare le sedie. Gli avventori degli altri tavoli si sono alzati e sono usciti.
Passa una volante e si ferma, un maresciallo entra per controllare che succede:
"Ma che avete tutti oggi? Veniamo dal Ristorante Greco, dalla Birreria Tedesca e dal Pub Irlandese e abbiamo una chiamata dal Tapas bar, pare che oggi nessuno voglia pagare! Ora anche voi?!"
Il maresciallo dice al ristoratore di attendere: è un problema fiscale e quindi tornerà a breve con la guardia di finanza. Rientra alla centrale e trova il brigadiere immerso nella lettura:
"Ma cosa fai, non ti hanno chiamato dal Ristorante Italiano? Non hai sentito che casino c'è?"
"Ah sì, mi ha chiamato un rompicoglioni di cameriere, ma che vuoi che sia..."
"Come che vuoi che sia?! In città tutti i ristoranti hanno questo problema e tu nella tua zona non intervieni? Devo fare tutto con la mia pattuglia di pronto intervento?"
"Ma la conto tax ..." farfuglia il brigadiere.
"Basta! Corri al Ristorante Italiano e falli pagare, non importa come e chi, ma non devono uscire senza pagare!" urla il maresciallo.
Il brigadiere guarda l'appuntato e gli dice. "Vai tu che io devo finire di leggere".
L'appuntato si alza e di mala voglia si avvia. Lungo la strada pensa:
"Farò tirare fuori a tutti il portafoglio e dove vedo che ci sono soldi ne prendo di più. Li consegno al ristoratore, saluto tutti e stacco. Stasera vado allo spettacolo di lap dance, alla faccia di 'sti rompicoglioni".
Ma quando arriva, il Ristorante Italiano è ormai un ricordo. Il ristoratore ha fatto fagotto, il cameriere urla anche lui perché non è stato pagato, cucina, dispensa e sala sono vuote. Solo quattro anziani, imperterriti, sono seduti per terra e discutono animatamente su come dividere il conto.
Una coppia ferma l'auto di fronte al Ristorante Italiano. Lei scende, vede la devastazione e risale di corsa:
"Dai andiamo via, non so cosa sia successo ma qui non si cena di sicuro. Più avanti però c'è un ristorante cinese".

Nessun commento: